IES. Istituto di Evoluzione Sessuale

Nel disturbo dell’identità di genere  l’individuo presenta una persistente (almeno due anni) identificazione con il sesso opposto, desidera avere il corpo ed essere considerato come membro dell’altro sesso.

Il termine disturbo dell’identità di genere viene spesso sostituito con il termine disforia e si riferisce alle difficoltà emotive dovuta ad un’incongruenza marcata tra il genere “sentito” e quello biologico.